• +49 (2163) 98 98 337
  • Mitglied im Händlerbund
Filo di lino, 100% lino naturale o colorato

Codice articolo: SC25671

Filo di lino 100% naturale o colorato sulla bobina

Categoria: Filato di lino Canapa e iuta Abaca

Feinheit
Farbe

Prezzo su richiesta
disponibilità immediata

Questo prodotto ha delle varianti. Selezioni la variante desiderata.


La biancheria:

La pianta del lino (Linum usitatissimum), conosciuta anche come lino comune, è una pianta annuale coltivata con fiori blu o bianchi a cinque petali.
Il lino è considerato la più antica fibra tessile, con reperti che risalgono al 36.000 a.C.
L'Europa è la culla della coltivazione del lino, e l'uso della fibra ha le sue radici qui.
Due terzi di tutta la produzione di lino si svolge ancora nei paesi europei su circa 100.000 ettari. Il lino è una cosiddetta fibra bastarda, che si ottiene dagli steli della pianta di lino. 
La produzione di filati di lino si divide in processi di filatura a secco e a umido.
Le fibre lunghe vengono unite in un nastro prima della filatura, allungate più volte e mescolate con altri nastri (raddoppiate) per ottenere una qualità più omogenea possibile.
Per le fibre corte, la cardatura produce un vello piatto che viene ridotto a un nastro. Questo nastro viene pettinato per eliminare i peli e le fibre troppo corte. Poi il nastro viene allungato e raddoppiato come le fibre lunghe. Le fibre corte sono di solito filate a secco. I filati risultanti sono ruvidi e morbidi al tatto allo stesso tempo.

Proprietà del lino:
Il lino è una pianta molto frugale, ma richiede determinate condizioni climatiche. La fibra prospera meglio in un clima marittimo con la sua costante alternanza di sole e pioggia accoppiata con molto vento.
Il lino preferisce anche terreni profondi e argillosi.
Le condizioni ottimali per la coltivazione del lino si trovano soprattutto nelle zone costiere del nord della Francia e del Belgio.
È qui che vengono prodotte le fibre di più alta qualità.
Noi di Leitner Leinen usiamo solo materie prime di produzione europea. Poiché usiamo solo filati di lino di altissima qualità, ci procuriamo il lino esclusivamente dalle migliori aree di coltivazione nel nord della Francia e del Belgio.
La coltivazione del lino europeo è la più produttiva del mondo: un ettaro di terreno può produrre lino per circa 20.000 km di filato o 4.000 m2 di tessuto.
La competenza sviluppata nel corso dei secoli permette la produzione di fibre lunghe di lino impeccabili e di qualità eccezionale.
La semina avviene tra metà marzo e metà aprile.
La densità di semina gioca un ruolo importante, poiché più dense sono le piante, più fine sarà la fibra.
Le piante di lino crescono fino a un metro di altezza e finalmente fioriscono in giugno.
Quando le piante sono completamente sviluppate, inizia la raccolta. Una caratteristica speciale del lino è che non viene tagliato, ma estratto dalla terra con le radici. Questo si chiama rastrellamento. Poi il lino viene steso sul campo.
Segue il cosiddetto tauröste: l'alternanza di sole, rugiada e pioggia, e con l'aiuto di batteri e funghi del terreno, scioglie il legno dalle fibre. Le fibre sono collegate ai componenti di legno massiccio da pectine, come la colla. Il processo di tostatura dissolve queste pectine e i singoli componenti possono essere separati l'uno dall'altro.
Questo processo è completamente naturale e non richiede alcuna sostanza chimica o altri additivi. Al contrario: i nutrienti che vengono rilasciati dalle piante durante il processo di tostatura vengono riassorbiti dal terreno.
Una volta che le piante hanno raggiunto la fase di tostatura, si raccoglie il raccolto.
Frugale e poco esigente:
Il lino è una pianta frugale e quindi ha poche esigenze in termini di fertilizzazione e cura. Il basso uso di fertilizzanti e pesticidi evita l'inquinamento del suolo e dell'acqua.
Il lino inoltre non richiede l'irrigazione artificiale.
Un altro aspetto positivo è che non ci sono sprechi nell'uso del lino - ogni parte della pianta viene utilizzata. Oltre ai tessuti, è usato per fare carta e stuoie, per esempio. I semi della pianta sono commestibili e vengono utilizzati per la produzione di olio. Altri prodotti includono linoleum, isolamento e biancheria da letto.

Le fibre di lino sono anche biodegradabili e riciclabili e quindi chiaramente superiori al cotone o alle fibre sintetiche.